Da oggi è possibile acquistare i nostri test in comode rate ad interesso zero. Sono sufficienti pochi click. Scopri il Genoma a rate Da oggi è possibile acquistare i nostri test in comode rate ad interesso zero. Sono sufficienti pochi click. Scopri il Genoma a rate
Home / Blog / Settimana della Consapevolezza sul Sarcoma: cos'è il sarcoma?
Dante Labs - Settimana della Consapevolezza sul Sarcoma: cos'è il sarcoma?

Settimana della Consapevolezza sul Sarcoma: cos'è il sarcoma?

Settimana della Consapevolezza sul Sarcoma: cos'è il sarcoma?

Che cos'è il sarcoma? Un tipo di cancro molto singolare


Cosa è il sarcoma?

Il sarcoma è un raro tipo di cancro che si differenzia dai carcinomi molto più comuni perché si manifestano in un diverso tipo di tessuto. 

I sarcomi crescono nel tessuto connettivo, ossia quel tessuto che collega o supporta altri tipi di tessuto nel corpo. Si tratta di tumori che colpiscono principalmente ossa, muscoli, tendini e cartilagine, e a volte anche nervi, tessuto adiposo e vasi sanguigni delle braccia e delle gambe, anche se possono verificarsi anche in altre aree del corpo.


Questi tipi di cancro possono essere raggruppati in due tipi principali: sarcoma dei tessuti molli e sarcoma osseo, o osteosarcoma. Ogni anno in Italia si stimano circa 3000 nuovi casi di sarcoma, che possono essere trattati, spesso con un intervento chirurgico per rimuovere il tumore.


Fattori di rischio del sarcoma

Non si sa ancora cosa causi il sarcoma, ma ci sono alcune cose che aumentano il rischio di svilupparne uno:

  • Altre persone in famiglia hanno avuto un sarcoma
  • Il paziente soffre di un disturbo osseo chiamato morbo di Paget
  • Il paziente ha un disturbo genetico come la neurofibromatosi, la sindrome di Gardner, il retinoblastoma o la sindrome di Li-Fraumeni
  • Il paziente è stato esposto a radiazioni, forse durante il trattamento di un precedente tumore

I sintomi del sarcoma

I sarcomi dei tessuti molli sono difficili da individuare, perché possono crescere ovunque nel corpo. Il più delle volte, il primo segno è un nodulo indolore e, man mano che il nodulo diventa più grande, potrebbe premere contro i nervi o i muscoli o dare problemi a respirare, o entrambe le cose. Non ci sono test che possano trovare questi tumori prima della manifestazione clininca.

L'osteosarcoma può mostrare evidenti sintomi precoci, tra cui:

  • Dolore a tratti nell'osso colpito, che può aumentare durante le ore notturne
  • Gonfiore, che spesso inizia settimane dopo il dolore
  • Zoppicamento, se il sarcoma è nella gamba
  • Spesso, anche bambini e giovani adolescenti sono colpiti da sarcoma, e poiché i bambini e gli adolescenti sani e attivi hanno spesso dolori e gonfiori alle braccia e alle gambe, l'osteosarcoma può essere confuso con i dolori della crescita o con una lesione sportiva. Se il dolore di un bambino non migliora, peggiora di notte e si trova in un braccio o in una gamba oppure in entrambe, è meglio parlare con un medico.

Gli adulti che soffrono di questo tipo di dolore dovrebbero andare subito da un medico.

Come diagnosticare il sarcoma

Se un medico pensa che il suo paziente possa avere un sarcoma, probabilmente avrà bisogno di un esame completo e di test specifici, compresi:

  • Un campione di cellule, chiamato biopsia
  • Test di imaging, come una TAC, un'ecografia o una risonanza magnetica, per aiutare a vedere all'interno del corpo
  • Una scansione ossea, per individuare potenziali lesioni, soprattutto in corrispondenza delle ossa lunghe

Trattamenti per il sarcoma

Il modo in cui il sarcoma viene trattato dipende dal tipo di sarcoma che il paziente ha, da dove si trova nel corpo, da quanto è sviluppato e se si è diffuso sotto forma di metastati.

L'intervento chirurgico elimina il tumore dal corpo. Nella maggior parte dei casi di osteosarcoma, il medico può rimuovere solo le cellule tumorali, evitando interventi invasivi.

Le radiazioni possono ridurre il tumore prima dell'intervento chirurgico o uccidere le cellule tumorali che rimangono dopo l'intervento. Potrebbe essere il trattamento principale, se la chirurgia non è un'opzione conclusiva.

Oltre ai farmaci chemioterapici, le terapie mirate più recenti prevedono l’utilizzo di farmaci o versioni artificiali di anticorpi del sistema immunitario per bloccare la crescita delle cellule tumorali lasciando intatte le cellule normali.

Sopravvivere con il sarcoma

La maggior parte delle persone a cui viene diagnosticato un sarcoma dei tessuti molli viene curata solo con la chirurgia, se il tumore è di basso grado, ossia con una ridotta propensione a diffondere in altre parti del corpo. I sarcomi più aggressivi sono più difficili da trattare con successo.

Il tasso di sopravvivenza per l'osteosarcoma è tra il 60% e il 75% se il tumore non si è diffuso al di fuori del sito primario. Le probabilità di successo aumentano proporzionalmente all successo dell’intervento chirurgico.

Il test genetico permette di caratterizzare il tumore e capire quali sono le terapie di elezione al dosaggio ideale per il paziente.


Non perdete l'occasione di scoprire il vero voi stessi. Conoscere è prevenzione. Sequenziate qui il vostro intero genoma